Equity: il pac di Motley Fool

Traduco un post di Motley Fool, sito web online di investimenti e raccomandazioni. Mi sembra davvero importante e voglio condividerlo.

La chiave per il successo degli investimenti a lungo termine è trovare grandi aziende e mantenere le loro azioni il più a lungo possibile . 

Questa affermazione non potrebbe essere più semplice. Tuttavia, come strategia, funziona. L’abbiamo visto funzionare ripetutamente.

Ma di volta in volta, ho visto persone cambiare se stesse sul pieno potenziale di profitto di grandi azioni . Alcune persone non acquistano mai azioni. Altri hanno il coraggio di acquistare alcune azioni, ma poi non ne aggiungono mai altre, anche dopo che le azioni si sono dimostrate valide producendo rendimenti sorprendenti. 

Se hai fatto una o entrambe queste cose, non preoccuparti. Non sei solo. L’abbiamo fatto tutti, perché il nostro cervello è programmato per porre un grosso ostacolo sul tuo percorso verso la ricchezza e la sicurezza finanziaria .

L’ancora che pesa il tuo portafoglio

Questo ostacolo è noto come ancoraggio del prezzo . In realtà fa parte di un fenomeno psicologico più ampio in cui il tuo cervello viene distratto dalle informazioni a cui ti connetti con qualcosa a cui stai pensando, anche quando quelle informazioni non sono necessariamente rilevanti per il pensiero.

Gli studi hanno dimostrato che se ti viene fornito un fatto o anche se ti viene detto di inventare un numero casuale, ciò influenzerà la risposta che dai quando ti viene posta una domanda poco dopo. Questo è il caso anche quando il fatto non ha assolutamente nulla a che fare con la domanda .

Nell’investimento in azioni, questo può essere mortale per i tuoi rendimenti. Questo perché ci sono due informazioni su cui è più probabile che ti aggrappi per decidere se acquistare un’azione o aggiungerla a una posizione esistente.

Il primo è il prezzo dell’IPO o il prezzo al quale hai sentito parlare per la prima volta di un’azione . Ciò vale in particolare se non hai mai investito in azioni prima.

Il secondo vale per coloro che hanno già acquistato azioni in passato. È il prezzo che hai pagato la prima volta che hai acquistato le azioni .

In ogni caso, quando il prezzo di un titolo supera quel punto di ancoraggio, diventa molto più difficile premere il grilletto e acquistare azioni. Ti ritrovi a trovare scuse per non investire , sperando invece che torni al tuo punto di ancoraggio.

Perché l’ancoraggio del prezzo è così difficile da battere

Ci sono diversi motivi per cui è così difficile superare l’ostacolo dell’ancoraggio del prezzo. Il primo è l’impulso delle persone a cercare occasioni. Quando il prezzo di un titolo è al massimo storico, ti senti come se fossi derubato , specialmente rispetto a quel prezzo di ancoraggio.

Inoltre, le ricompense psicologiche derivanti dall’evitare potenziali perdite sono maggiori di quelle derivanti dai guadagni. Questo perché la quantità di dolore causata dalle perdite è maggiore della quantità di felicità che portano i profitti .

Più semplicemente, a nessuno piace sembrare stupido. Quante volte hai acquistato azioni a quello che si è rivelato essere il prezzo più alto possibile, solo per vedere il titolo girare al ribasso nel breve periodo? Non accade così spesso come probabilmente pensi, ma ricordi davvero le volte in cui accade e questo fa un’impressione duratura che influisce sul tuo comportamento di investimento .

Il costo dell’ancoraggio del prezzo

Sfortunatamente, l’impatto dell’ancoraggio del prezzo sul tuo portafoglio può essere devastante. Questo perché è molto probabile che l’ ancoraggio ti tenga fuori dalle scorte che aumentano di più .

Questo è quello che è successo a Warren Buffett con il gigante della vendita al dettaglio Walmart (NYSE: WMT) . L’Oracolo di Omaha ha iniziato ad accumulare quella che sperava sarebbe diventata una posizione multimiliardaria in Walmart negli anni ’90. Ma quando il prezzo è salito di pochi centesimi sopra il prezzo desiderato di $ 11,50 per azione, Buffett ha smesso di acquistare .

Le azioni Walmart sono aumentate vertiginosamente per il resto del decennio. Buffett ha accusato la mossa di $ 10 miliardi di guadagni persi. Ora vale $ 142 per azione. 

Pensa solo a grandi vincitori come Amazon.com (NASDAQ: AMZN) , Netflix (NASDAQ: NFLX) e NVIDIA (NASDAQ: NVDA) . Pensa a quanto sarebbe costoso perdere un 270 bagger solo per evitare di pagare qualche centesimo in più per azione. 

Inoltre, pensa a quanto sarebbe costoso non aggiungere a quelle posizioni nel tempo . La raccomandazione di Netflix del dicembre 2004 di David Gardner è aumentata di oltre il 27.000%. Ma le sue due raccomandazioni del 2006 sul titolo sono aumentate del 15.400% e del 12.900% e la sua scelta del 2013 ha guadagnato oltre il 1.500%.

Per fare quelle scelte successive, David ha dovuto superare l’ancoraggio dei prezzi . Lo ha fatto e coloro che hanno raddoppiato, triplicato o aumentato le loro posizioni con incrementi ancora maggiori hanno goduto dei benefici.

Come battere l’ancoraggio del prezzo

Potresti non eliminare mai completamente l’influenza dell’ancoraggio del prezzo sulle tue decisioni di investimento. Ma fortunatamente, ci sono alcuni modi per ridurne l’impatto.

Forse il più semplice è usare la media del costo in dollari, in cui investi regolarmente un importo fisso in dollari . Non siamo abituati a pensare alla media del costo in dollari con le singole azioni, ma con l’avvento dei broker di sconto che offrono azioni frazionarie, è più facile che mai rendere automatico l’investimento in un titolo.

Puoi anche decidere di prestare meno attenzione ai grafici del prezzo di un’azione prima di acquistarla. Tutte le fonti di notizie suoneranno quando un titolo raggiunge il massimo storico, ma non ha senso per un nuovo investitore o per qualcuno che cerca di acquistare azioni aggiuntive. Ciò che conta è se lo stock può continuare a salire dal suo livello attuale.

Infine, e questa è la cosa più difficile da fare, a mio parere, una volta che hai trovato un’azione che ti piace davvero, considera ogni singolo investimento che fai in quella azione come una decisione separata . Ogni volta che aggiungi denaro alla tua posizione, chiediti se pensi che batterà il mercato. Quindi tieniti responsabile.

Riprendo la frase “…Forse il più semplice è usare la media del costo in dollari, in cui investi regolarmente un importo fisso in dollari . Non siamo abituati a pensare alla media del costo in dollari con le singole azioni, ma con l’avvento dei broker di sconto che offrono azioni frazionarie, è più facile che mai rendere automatico l’investimento in un titolo….”

Investire un importo fisso in alcuni titoli o in un fondo non è assimilabile ad un piano di versamenti? I piani azionari non sono mai andati mali in tanti anni di consulenza finanziaria. Tra fondi comuni, etf, e titoli, gli investitori avranno sempre i loro prodotti da utilizzare.

Importante ribadisco il ruolo del consulente finanziario nell’analizzare i flussi di cassa della famiglia e stabilire una corretta strategia di accumulo.

Contatti – Mobile +393483535741 – Email Andrea.bertini@allianzbankfa.it – Twitter AndBertiniDisclaimer